STAFF
Paolo Crippa
Geopolitical Weekly n. 302
27.07.2018 - Paolo Crippa, Giulia Guadagnoli e Giulia Lillo
Cina Giovedì 26 luglio un uomo di 26 anni ha lanciato una bomba rudimentale contro l’ambasciata statunitense a Pechino. L’ordigno, confezionato probabilmente con poca perizia, non è riuscito ad oltrepassare la cancellata esterna ed è esploso nella zona dove i cittadini cinesi aspettano in fila di poter presentare la richiesta di visto d'ingresso negli Stati Uniti....
LEGGI TUTTO
Dazi americani sull'automobile: la strategia di Trump
23.07.2018 - Paolo Crippa
Durante la sua campagna elettorale, inaugurata nel 2015, Donald Trump aveva promesso che avrebbe perseguito con ogni mezzo l’interesse economico esclusivo degli Stati Uniti, anche ricorrendo a strumenti protezionistici, sino ad ora considerati un tabù dalle precedenti Amministrazioni. A distanza di circa tre anni, il Presidente americano ha dimostrato coerenza.  In pochi mesi, i...
LEGGI TUTTO
Verso il prossimo Consiglio Europeo: la coesione dell’Unione alla prova della sfida migratoria
22.06.2018 - Paolo Crippa
Lo scorso 11 giugno, a seguito dello scontro diplomatico italo-maltese riguardo il caso della nave Acquarius della ONG francese S.O.S. Méditerranée, in tutta Europa si è veementemente riacceso il dibattito circa la gestione dell’emergenza migratoria. La decisione del governo italiano di soccorrere i migranti a bordo della nave ma, al contempo, di non autorizzarne l&rsquo...
LEGGI TUTTO
Sanzioni americane sull'Iran: alla ricerca di una strategia per l'Europa
11.06.2018 - Paolo Crippa
Lo scorso 8 maggio il Presidente Trump ha annunciato che gli Stati Uniti procederanno con la de-certificazione dell’accordo sul nucleare iraniano (Joint Comprehensive Plan of Action – JCPOA). Tale dichiarazione giunge nonostante le parole di Yukiya Amano, direttore dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA), che hanno certificato l’ottemperanza da parte ...
LEGGI TUTTO
Tariffs and Iran nuclear deal: Macron and Merkel visit President Trump
08.05.2018 - Paolo Crippa
On April 23rd, US President Donald J. Trump received the French Head of State Emmanuel Macron at the White House for a three-day official visit. The meeting was marked by strong symbolic gestures, as it was an opportunity to celebrate not only the mutual understanding that binds together the two countries but also, on a strictly personal level, the two respective leaders. While, on the one hand, T...
LEGGI TUTTO
Dazi e nucleare iraniano: Emmanuel Macron e Angela Merkel a colloquio con Trump
03.05.2018 - Paolo Crippa
Lo scorso 23 aprile, il Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump ha ricevuto alla Casa Bianca il Capo di Stato francese Emmanuel Macron, per una visita ufficiale articolata su tre giorni. L’incontro è stato segnato da una forte carica simbolica e dalla celebrazione dei rapporti di reciproca amicizia che legano non soltanto i due Pasi, ma anche, su un piano strettamente personale, ...
LEGGI TUTTO
Le nuove nomine ai vertici dell'economia cinese
16.04.2018 - Paolo Crippa
Negli ultimi mesi l’intero sistema di governance dell’economia cinese ha subito un considerevole riassetto. Durante l’annuale riunione del Congresso Nazionale del Popolo, l’organo legislativo incaricato di ufficilizzare le proposte proveninenti dalla leaderhsip politica del Partito riunitosi dal 5 al 20 marzo, infatti, sono state ufficializzate le nomine dei nuovi amministr...
LEGGI TUTTO
The new appointments at the top of Chinese economy
16.04.2018 - Paolo Crippa
In recent months, the entire governance system of the Chinese economy has undergone considerable restructuring. In March, during the annual meeting of the National People's Congress, the legislative body charged with officiating the proposals coming from the party's leadership, the appointments of new directors at the top of the main financial institutions of the Country have been made official. O...
LEGGI TUTTO
Brexit: due proposte di partnership a confronto
21.03.2018 - Paolo Crippa
Lo scorso 28 febbraio, la Commissione Europea ha presentato un documento di oltre 120 pagine contenente una proposta di partnership con la Gran Bretagna dopo l’uscita di quest’ultima dall’Unione Europea, prevista per il marzo 2019. Il testo risponde all’esigenza di spingere il Governo britannico, guidato da Theresa May, a chiarire la propria posizione in merito ai rapporti ...
LEGGI TUTTO
Nord Stream 2: il gasdotto che divide l’Europa
14.03.2018 - Paolo Crippa
Lo scorso fine gennaio, l’Autorità Mineraria di Stralsung, città costiera nel Nord-Est della Germania, ha concesso le ultime autorizzazioni per la costruzione del primo tratto del gasdotto Nord Stream 2, che si avvia così verso l’inizio dei lavori. Si tratta di un ambizioso progetto infrastrutturale volto a duplicare la capacità del già presente condo...
LEGGI TUTTO
Visegrád: l’anima sovranista d’Europa
07.02.2018 - Paolo Crippa
Il 25 gennaio, rivolgendosi alla platea del vertice del World Economic Forum di Davos, il Presidente Francese Emmanuel Macron ha manifestamente espresso la necessità, da parte dei Paesi più sviluppati e ambiziosi dell’Unione Europea, di muoversi verso una cooperazione rafforzata, tanto economica quanto di governance. Macron ha sottolineato come questo processo non possa e non d...
LEGGI TUTTO
Un bilancio della politica estera italiana nella XVII legislatura
31.12.2017 - Paolo Crippa, Marco Di Liddo, Francesca Manenti, Lorenzo Marinone e Francesco Tosato
La XVII Legislatura della Repubblica italiana è corsa parallela con importanti modifiche dell’assetto politico internazionale e degli equilibri nelle relazioni globali. Se il cambio di guardia alla Casa Bianca tra Obama e Trump è forse quello più vicino nell’immaginario collettivo, non dobbiamo dimenticare i risultati delle elezioni in Gran Bretagna, sia per quanto...
LEGGI TUTTO
La sfida europea di Emmanuel Macron
18.12.2017 - Paolo Crippa
Lo scorso 26 settembre, Emmanuel Macron ha tenuto un importante discorso sull’Europa di fronte agli studenti dell’Università Sorbonne di Parigi. Il Presidente Francese, ricalcando le orme di Francois Mitterrand, che nel 1992 si era pronunciato a sostegno del Trattato di Maastricht presso la stessa istituzione, ha esposto con chiarezza la propria visione sul futuro dell’Uni...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 278
15.12.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Iraq Lo scorso 14 dicembre, il leader sciita iracheno Hadi al-Amiri ha ordinato all’ala militare del suo partito, l’Organizzazione Badr, di integrarsi pienamente nella catena di comando delle forze armate irachene, realizzando almeno nominalmente una scissione tra la formazione politica, che dispone di 22 seggi nel Parlamento di Baghdad, e la sua controparte paramilitare, che dal 2014...
LEGGI TUTTO
La vittoria elettorale di Shinzo Abe e la sfida della riforma costituzionale
07.12.2017 - Paolo Crippa
Lo scorso 31 ottobre si sono tenute in Giappone le elezioni per nominare i membri della Camera dei Rappresentanti ( Shūgiin). La coalizione guidata dal Premier Shinzo Abe, con 313 seggi su un totale di 465, ha conquistato i due terzi della camera. L’affluenza è stata straordinariamente bassa, segnando il record negativo dal dopoguerra ad oggi. All’interno della coalizione vitto...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 277
24.11.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Filippine Martedì 21 novembre il Presidente filippino, Rodrigo Duterte, ha ufficialmente interrotto i colloqui di pace tra il governo di Manila e l’ insorgenza di matrice comunista in lotta con le autorità centrali dagli Anni ’60. La decisione è giunta in seguito all’attacco compiuto la settimana precedente dal New People’s Army (NPA), il braccio armat...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 276
17.11.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Myanmar Mercoledì 15 novembre, il Segretario di Stato statunitense, Rex Tillerson, si è recato in visita ufficiale in Myanmar per discutere con le autorità la crisi umanitaria dei Rohingya. L'emergenza è scaturita lo scorso agosto, quando l'attacco ad una base militare da parte di militanti di etnia Rohingya ha innescato una campagna di dura repressione da parte dell'e...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 275
10.11.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Arabia Saudita Sotto decreto reale, sabato 4 novembre in Arabia Saudita è stata istituita una commissione anti-corruzione presieduta dal principe ereditario Mohammad bin Salman. Il giorno stesso la commissione ha emesso un mandato di cattura e proceduto all'arresto di circa 30 tra esponenti della famiglia reale e alcuni dei più facoltosi uomini d'affari del Regno. Tra questi, il pri...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 274
03.11.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Iran Il 1 novembre per incontrare il Presidente iraniano Hassan Rouhani e la Guida Suprema, Ayatollah Ali Khamenei hanno accolto il Presidente russo Vladimir Putin a Teheran. Prima visita ufficiale nel Paese del leader del Cremlino dal 2015, il viaggio è giunto in occasione del vertice trilaterale tra Russia, Iran e Azerbaijan organizzato dai governi dei tre Paesi per discutere dell’...
LEGGI TUTTO
Geopolitical Weekly n. 273
27.10.2017 - Paolo Crippa e Matteo Ritucci
Cina Dal 18 al 24 ottobre, presso la Grande Sala del Popolo di Pechino, si è tenuto il XIX congresso del Partito Comunista Cinese. L’evento, che ha raccolto più duemila delegati, ha sancito un ulteriore rafforzamento della leadership di Xi Jinping. Il nome del Presidente è stato infatti inserito all’interno della costituzione del Partito Comunista Cinese, accanto ...
LEGGI TUTTO
Sri Lanka: un Paese stretto tra l’influenza indiana e cinese
02.10.2017 - Paolo Crippa
Rivolgendosi alla platea dell’Indian Ocean Conference di Colombo lo scorso 31 Agosto, il primo Ministro singalese Ranil Wickramasinghe ha espresso parole di estremo ottimismo riguardo al futuro economico del proprio Paese. Incastonato in una posizione strategica per il trasporto marittimo, dotato di un settore manifatturiero ancora estremamente competitivo e un apparato logistico in espansio...
LEGGI TUTTO
Come la Cina reagirà alla nuova ondata di protezionismo
15.05.2017 - Paolo Crippa
Il 2017 si è aperto con una nuova ondata di protezionismo che ha coinvolto gran parte dell’Occidente. La successione alla Casa Bianca ha decretato una netta cesura nei confronti di quelle politiche a favore della globalizzazione che segnarono l’eredità di Clinton, poi sapientemente raccolta da Barak Obama. Mentre Donald Trump in un solo mese cancella l’implementazio...
LEGGI TUTTO