LIBIA
Da Regeni a Gerusalemme, il 2017 in un'intervista ad Andrea Margelletti. E per il 2018? -Bisogna avere coraggio- - Notizie Geopolitiche
30.12.2017
In questo periodo dell’anno si è soliti fare bilanci, si pensa ai progetti per il futuro. Geo-politicamente il 2017 è stato un anno pregno di cambiamenti e sconvolgimenti, alcuni processi si sono conclusi, ma la maggior parte avranno corso nell’anno che verrà. Così abbiamo deciso di provare a ripercorrere i maggiori fatti di questi ultimi 12 mesi, con uno sg...
LEGGI TUTTO
Allarme dell'Egitto: Libia rischia essere culla di miliziani dell'Is - Radio Vaticana
09.11.2017
La crisi Libia resta un nodo caldissimo per i Paesi del mediterraneo, in particolare per l’Egitto, che per bocca del presidente Al Sisi lancia un allarme legato al terrorismo: "Combattenti di Daesh stanno fuggendo" dalla Siria verso "regioni dove il governo centrale è debole" ha avvertito Al Sisi  sostenendo che una Libia in queste condizioni "sarà la rampa ...
LEGGI TUTTO
La strategia italiana per fermare i migranti in Libia è in crisi? - Internazionale
12.10.2017
“Ci sono rifugiati eritrei imprigionati nei centri di detenzione di Sabrata, senza accesso ad acqua, cibo e cure mediche da almeno cinque giorni”, denuncia l’attivista eritrea Meron Estefanos, che è in contatto telefonico con un’ottantina di persone, rimaste bloccate per settimane nei combattimenti tra gruppi armati rivali a Sabrata, nel nordovest della Libia. &ldq...
LEGGI TUTTO
Il fedelissimo di Gheddafi in Italia per i migranti - Radiotelevisione Svizzera
26.09.2017
Fedelissimo di Muhammar Gheddafi, poi suo acerrimo nemico. Vicino alla Cia, ma sostenuto dalla Russia. Minaccia di bombardare l'Italia, salvo accogliere sorridente pochi giorni dopo il ministro dell'Interno Marco Minniti, nel suo quartier generale di Bengasi. Il generale Khalifa Haftar impersona nella sua ambigua figura tutte le contraddizioni di una Libia ostaggio di milizie ed odi tribali, che a...
LEGGI TUTTO
La Guardia costiera libica non esiste - Il Post
26.08.2017
La forza di sicurezza che dovrebbe pattugliare 600 chilometri di costa libica e fermare i migranti è un'accozzaglia di milizie e personaggi ambigui, ed è un problema   L’8 febbraio di quest’anno nel porto della Valletta, la capitale di Malta, c’era una certa agitazione. Su una delle banchine c’erano decine di persone in divisa. Per terra, risaltava...
LEGGI TUTTO
Libia, ecco perché per stroncare i traffici bisogna aiutare il Fezzan - Formiche.net
06.08.2017
Se un ragazzo che abita nel sud della Libia preferisce lavorare per i trafficanti anziché studiare, se il petrolio viene contrabbandato e l’agricoltura non è sfruttata al meglio, non ci si deve stupire se un’area enorme e quasi desertica è da sempre in mano a bande criminali che da lì fanno passare le centinaia di migliaia di persone che abbandonano la propr...
LEGGI TUTTO
«Le minacce dei libici non sono concrete» L'intervista a Lorenzo Marinone, Analista del Ce.S.I. sul Giornale di Sicilia
04.08.2017
«Non mi risulta che Haftar abbia detto di voler bombardare le navi italiane. Questa è la versione diffusa da un media saudita. Lui ha usato un'espressione più ambigua, più lasca, affermando che dovrà “occuparsi” di quelle navi. Ad ogni modo, non rappresenta un rischio effettivo. Non ha i mezzi per concretizzare le sue minacce». Lorenzo Marinone, ...
LEGGI TUTTO
Libia, Margelletti (Ce.S.I): 'Il problema sono i tanti attori esterni' - IntelligoNews
03.08.2017
Nell'infinita vicenda sbarchi dei migranti a essere ora sotto accusa sono le Ong. Prima il rifiuto di firmare il Codice di Condotta voluto dal governo, poi la notizia, che campeggia sulle prime pagine di tutti i giornali italiani, dell'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina per la nave Ong tedesca fermata dalle motovedette della Guardia costiera. Su quanto sta accadendo e sui deli...
LEGGI TUTTO