14 MARZO 2014
Il Ce.S.I alla Conferenza internazionale antiterrorismo di Baghdad

Il 12 e il 13 marzo si è tenuta a Baghdad la prima Conferenza internazionale antiterrorismo organizzata nella capitale irachena.
Il Presidente del Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali, Andrea Margelletti, e il Responsabile Analisti dell’Istituto, Gabriele Iacovino, hanno presenziato alla Conferenza assieme ad un grande numero di delegazioni internazionali e delle Nazioni Unite.
I lavori della Conferenza hanno affrontato i temi della cooperazione in materia di sicurezza, intelligence e lotta al terrorismo e la delicata questione della censura dei media sull’argomento.
Il meeting di due giorni si è aperto con il discorso inaugurale del Primo Ministro Nouri al-Maliki che ha voluto esaminare il fenomeno del terrorismo in Iraq dal 2003 e gli sforzi delle Forze Armate irachene nel combattere Al-Qaeda, ponendo l’accento sulla necessità di misure deterrenti rapide ed efficaci da parte della Comunità Internazionale a sostegno del Paese. Nel suo intervento Maliki ha chiesto una maggiore cooperazione d’intelligence tra i Paesi della regione al fine di individuare e combattere le organizzazioni terroristiche.
Il Portavoce della Conferenza, Generale Qasim Atta, ha affermato che lo scopo della Conferenza è quello di fare pressione su quei Paesi che sostengono e finanziano azioni terroristiche e allo stesso tempo promuovere nuove forme di collaborazione nello scambio di informazioni utili. Queste le parole del Generale Atta a conclusione del suo intervento: “Le delegazioni degli Stati presenti alla Conferenza sostengono fortemente l’Iraq nella lotta al terrorismo proprio come dovrebbero fare tutti gli Stati della Comunità Internazionale nel fronteggiare ogni fenomeno terroristico”.