04 MAGGIO 2016
Mediterraneo: Casini,Ue riparta o Italia rischia marginalità

(ANSAmed) - ROMA, 4 MAG - ''Se l'Europa dovesse declinare al suo ruolo di responsabilità, noi diventeremo insieme alla Grecia l'hot spot dell'Europa, ossia una sorta di parcheggio per rifiuti, perché avremo una pressione migratoria che verrà dal basso e confini geografici che saranno ridisegnati al Nord. Il rischio, quindi, è che l'Italia si ritrovi in un imbuto''. Come a dire che l'Italia rischia di diventare marginale. Non usa giri di parole il presidente della Commissione Esteri del Senato, Pier Ferdinando Casini, che oggi è intervenuto alla presentazione dell'Atlante geopolitico del Mediterraneo 2016 (Bordeaux edizioni), a cura di Francesco Anghelone e Andrea Ungari che che si è tenuta oggi pomeriggio a Roma alla Biblioteca del Senato.

''L'Europa - è tornato a ribadire Casini - deve rimettersi in moto''. Purtroppo, ''l'Ue non ha una visione sul suo futuro e non lo ha nemmeno sulle politiche di vicinato'', come hanno dimostrato ''le crisi libica e quella ucraina''. L'Italia nel corso degli anni, ricorda, ha fatto del suo meglio. Malgrado l'alternanza dei governi, ''la sua politica è stata coerente sulle scelte di fondo. Il Sistema Italia esiste''. Per questo, conclude, ''ha davanti a sé non soltanto problemi da risolvere ma anche opportunità''. E nel Mediterraneo, l'Italia ''può svolgere un ruolo centrale''. (ANSAmed)

Fonte: ANSAMed