JIHADISMO
I primi attacchi di matrice jihadista in Mozambico
21.12.2017 - Marco Di Liddo e Elisa Sguaitamatti
Lo scorso ottobre, il Mozambico è stato interessato, per la prima volta nella sua storia, da una serie di attacchi coordinati da parte di al-Shabaab, gruppo jihadista che, con molta probabilità, si ispira all’omonimo movimento terrorista attivo in Somalia. Sinora, il Paese era stato immune a simili episodi di violenza politica ispirati da un’ideologia di matrice religiosa...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Le prime radici del radicalismo jihadista in Finlandia
26.06.2017 - Luca Bregantini
La Finlandia è un Paese costituito da circa cinque milioni e mezzo di abitanti, dove si vive abbastanza bene; non a caso il suo reddito pro-capite si conferma superiore a quello di molti altri Paesi europei, nonostante una congiuntura economica non favorevole. La popolazione finlandese si distingue inoltre per l’elevato livello d’istruzione, una buona conoscenza delle lingue str...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Radicalizzazione, deradicalizzazione e jihadismo autoctono in Danimarca
05.12.2016 - Lorenzo Alberini
Nascosta all’ombra dei devastanti attentati terroristici in Francia e in Belgio, anche la Danimarca fa i conti con l’estremismo islamico autoctono. Lo scorso 22 giugno, un giovane di ventiquattro anni dalla doppia nazionalità danese e turca è stato condannato a Copenaghen per essersi recato in Siria nel 2013 a combattere per lo Stato Islamico. Ad aprile altri quattro uomi...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Radicalismo Islamico e jihadismo autoctono in Nord Europa. Focus su Norvegia, Danimarca e Svezia.
22.11.2016 - Maria Sessa
L’International Center for Counter-Terrorism ha stimato che, alla fine di ottobre 2015, da diversi Paesi europei sono partiti tra i 3.922 e i 4.294 miliziani arruolatisi nelle fila dello Stato Islamico (IS o Daesh) in Siria e Iraq. Tra questi, la amggiore densità per popolazione è stata rilevata in Norvegia (con circa 300 combattenti), in Svezia (con 250-300), in Danimarca (con...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Come cambia l'insorgenza jihadista in Pakistan
07.11.2016 - Francesca Manenti
La profonda fase di transizione attraversata dalla militanza talebana negli ultimi 2 anni sta portando ad una netta ridefinizione delle alleanze e dei rapporti tra l’insorgenza pakistana e il panorama jihadista internazionale.   A differenza da quanto accade in altri contesti geografici, infatti, in Pakistan al-Qaeda non ha ancora ceduto il passo all’avanzata del Califfato e sem...
LEGGI TUTTO