TERRORISMO
Le prime radici del radicalismo jihadista in Finlandia
OSSERVATORIO TERRORISMO - 26.06.2017 - Luca Bregantini
La Finlandia è un Paese costituito da circa cinque milioni e mezzo di abitanti, dove si vive abbastanza bene; non a caso il suo reddito pro-capite si conferma superiore a quello di molti altri Paesi europei, nonostante una congiuntura economica non favorevole. La popolazione finlandese si distingue inoltre per l’elevato livello d’istruzione, una buona conoscenza delle lingue str...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Non solo Youtube: il potenziale dei graffiti e della street art nella propaganda jihadista
OSSERVATORIO TERRORISMO - 31.05.2017 - Luca Bregantini
Sotto il profilo sociologico, l’utilizzo dei graffiti nella strategia comunicativa dello Stato Islamico e di altre organizzazioni terroristiche può essere considerata un’azione razionale rispetto alle finalità perseguite dai gruppi per diverse ragioni. Innanzitutto perché i graffiti, a prescindere da chi ne sia l’autore, se si presentano nella loro forma pi&u...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Identikit dei foreign fighters europei
OSSERVATORIO TERRORISMO - 22.03.2017 - Luca Bregantini
La strategia di comunicazione e l’efficace narrativa dell’ISIS hanno certamente contributo a creare ed alimentare in Europa e nel Mondo Occidentale la figura, quasi mitica, del foreign fighter, il combattente che abbandona l’Occidente per unirsi alla causa dello Stato Islamico, pronto a sacrificarsi in nome del Jihad. Come ogni mitologia, anche il mito dell’eroe / demonio j...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Il coinvolgimento delle reti terroristiche nella gestione dei traffici illeciti nella regione del Sahel
OSSERVATORIO TERRORISMO - 06.03.2017 - Carolina Mazzone
Lo sviluppo dei traffici illeciti che oggi caratterizzano la regione africana del Sahel costituisce un elemento essenziale per il finanziamento delle reti terroristiche dell’Africa Settentrionale e Occidentale. Per poter definire però, il legame che sussiste tra i gruppi criminali che gestiscono i traffici illegali e il terrorismo, è necessario fare alcune considerazioni riguar...
LEGGI SU OSSERVATORIOTERRORISMO.EU
Prospettive strategiche e rischi globali 2017
OSSERVATORIO - 24.01.2017 - Lorenzo Marinone
In linea con le tendenze di medio periodo e con le novità emerse nel corso del 2016, anche il 2017 potrebbe essere un anno estremamente complesso per la stabilità della regione mediorientale. In un panorama caratterizzato dalla compresenza di potenze di rilievo globale e regionale che portano avanti agende confliggenti, di un ampio ventaglio di attori non statuali che spaziano dall&r...
LEGGI TUTTO
I “terroristi” di Hizmet: l’origine dello scontro Erdoğan e Gülen
BRIEF REVIEW - 12.12.2016 - Lorenzo Marinone
Il tentativo di colpo di Stato che ha scosso la Turchia nella notte tra il 15 e il 16 luglio ha ulteriormente acuito il conflitto tra la leadership politica di Ankara e il movimento “Hizmet” (Servizio), ritenuto il principale responsabile dell’attacco eversivo alle istituzioni nazionali. Tuttavia, i rapporti tra la rete dell’Imam Fetullah Gulen e il partito islamista AKP (P...
LEGGI TUTTO
Lo Stato Islamico si prende le Filippine
AREE DI CRISI - 05.08.2016 - Francesca Manenti
Con l’ufficializzazione della nascita di una propria provincia nelle Filippine, annunciata in un video diffuso lo scorso 24 giugno, lo Stato Islamico ha riconosciuto la creazione del primo gruppo affiliato al Califfato nel Sudest Asiatico. Secondo quanto riportato, la nuova branca di Daesh sarebbe strutturata su 10 battaglioni, ciascuno formato da diverse cellule di militanti filippini ...
LEGGI TUTTO
Breakfast @ Ce.S.I. - Le sfide della nuova radicalizzazione: minacce e prevenzione dell’estremismo jihadista
25.10.2016 - Ce.S.I. Staff
Il primo di una serie di incontri sul tema della radicalizzazione e delle possibili contromisure da adottare. Per analizzare il tema delle minacce provenienti dall’estremismo jihadista e come in Europa si affronta il tema della de-radicalizzazione. A discuterne con gli analisti dell'Istituto ci saranno: On. Andrea Manciulli – Presidente della Delegazione Parlamentare italiana press...
LEGGI TUTTO
Facing contemporary terrorism: How to defend Europe
06.09.2016 - Ce.S.I. Staff
Dal 6 all’8 settembre 2016, il Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali parteciperà, in veste di partner, all’Economic Forum 2016, organizzato dall’Institute for Eastern Studies di Varsavia a Krynica-Zdroj (Polonia). Il Ce.S.I. organizzerà, in particolare, un panel intitolato “Facing contemporay terrorism: How to defend Europe”   PROGRAMMA Moderato...
LEGGI TUTTO
Facing contemporary terrorism: How to defend Europe
06.09.2016 - Ce.S.I. Staff
On 6-8 September 2016, the Centre for International Studies (Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali) will participate as a partner to the Economic Forum, organized in Krynica-Zdroj (Poland) by the Institute for Eastern Studies of Warsaw. This year’s edition will focus on economy, geopolitics and security. Each year the Forum is attended by more than 2.500 high level participants, from more th...
LEGGI TUTTO
Allarme dell'Egitto: Libia rischia essere culla di miliziani dell'Is - Radio Vaticana
09.11.2017 - Paola Simonetti
La crisi Libia resta un nodo caldissimo per i Paesi del mediterraneo, in particolare per l’Egitto, che per bocca del presidente Al Sisi lancia un allarme legato al terrorismo: "Combattenti di Daesh stanno fuggendo" dalla Siria verso "regioni dove il governo centrale è debole" ha avvertito Al Sisi  sostenendo che una Libia in queste condizioni "sarà la rampa ...
LEGGI TUTTO
Terrorismo: come cambiano le linee di finanziamento dell’Isis - Il Sole 24 Ore
08.11.2017 - Lorenzo Bodrero
Fallujah e Sirte nel 2016. Mosul la scorsa estate. In mezzo, un’altra dozzina di città irachene e siriane. Fino al colpo definitivo, inflitto poche settimane fa con la riconquista dell’ultimo bastione urbano controllato dall’Isis. La liberazione di Raqqa, infatti, non ha soltanto inflitto il colpo militare decisivo contro lo Stato Islamico. Con essa è anche svanita ...
LEGGI TUTTO
Attentato a NY. Il Pres. Andrea Margelletti a Punto di Vista Tg2. - Rai2
03.11.2017 - Punto di Vista
Il Presidente del Centro Studi Internazionali, Andrea Margelletti, ospite di Maurizio Martinelli a Punto di Vista - Tg2. Guarda la puntata completa: Fonte: Rai2...
LEGGI TUTTO
Attentato terroristico a New York, il Pres. Margelletti a Porta a Porta
31.10.2017 - Porta a Porta
Il Prof. Andrea Margelletti, Presidente del Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali, ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta.   Guarda la puntata completa Fonte: Porta a Porta...
LEGGI TUTTO
La strage di Las Vegas - Porta a Porta
03.10.2017 - Bruno Vespa
Il Prof. Andrea Margelletti, Presidente del Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali, ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta. Fonte: Porta a Porta...
LEGGI TUTTO
La sfida del fondamentalismo si può vincere con la ragione - Il Messaggero
16.09.2017 - Andrea Margelletti
Prima ancora che uno degli organi di propaganda dello stato islamico rivendicasse la paternità dei fatti di Londra, la nostra mente era corsa veloce a quell’acronimo: Isis. È diventato, purtroppo, un riflesso incondizionato della nostra paura di cittadini che hanno visto, nel corso degli ultimi due anni, la propria quotidianità messa in discussione da una minaccia che ...
LEGGI TUTTO
L'attentato di Londra. Per Scotland Yard è terrorismo - Radio Vaticana
15.09.2017 - Giancarlo Lavella
Scotland Yard indaga per terrorismo. L’esplosione, avvenuta alle 8.20 di questa mattina, ha interessato la stazione di Parsons Green della metro. Si è trattato di un ordigno costruito in modo artigianale che ha ferito 29 persone di cui nessuna in gravi condizioni.Tra essi, hanno riferito in un tweet le autorità sanitarie britanniche, 21 sono ancora in ospedale e 8 sono sta...
LEGGI TUTTO
Terrorismo, l'esperto: Fondamentale controllare web ma è molto dura - La Presse
18.08.2017 - Matteo Bosco Bortolaso - La Presse
Intervista a Gabriele Iacovino, coordinatore degli analisti del Centro Studi Internazionali dopo gli attacchi in Catalogna La Via del Corso di Roma come le Ramblas a Barcellona? Difficile non pensarci, all'indomani dell'attentato che ha sconvolto, assieme alla Catalogna, l'intera Europa. Gabriele Iacovino, coordinatore degli analisti del Centro Studi Internazionali (Cesi), spiega che per l'Italia...
LEGGI TUTTO