MEDIO ORIENTE E NORD AFRICA
Arabia Saudita, l’ascesa di Mohamed bin Salman e le conseguenze sui mercati del petrolio
BRIEF REVIEW - 20.11.2017 - Giampaolo Tarantino
A partire dal 4 novembre, l’Arabia Saudita è stata scossa da una campagna di arresti, condotta da una nuova commissione governativa anti-corruzione, che ha coinvolto principi, membri della famiglia reale, ministri. Tra i nomi più in vista dell’establishment politico-economico del Regno interessati dagli arresti figurano il Ministro dell’Economia Adel Fakieh e l&rsqu...
LEGGI TUTTO
Il ruolo delle milizie libiche nel processo di revisione dell’Accordo di Skhirat
FOCUS REPORT - 15.11.2017 - Lorenzo Marinone
A quasi due anni dall’istituzione del Governo di Unità Nazionale (GUN) guidato da Fayez al-Sarraj, sancita dall’Accordo di Skhirat (dicembre 2015), il processo di ricostruzione dell’architettura istituzionale della Libia e di pacificazione nazionale versa in una difficile fase di stallo. Mentre il panorama libico continua a essere caratterizzato dal proliferare di milizie ...
LEGGI TUTTO
Gli equilibri libanesi dopo le dimissioni del Primo Ministro Hariri
BRIEF REVIEW - 06.11.2017 - Lorenzo Marinone
Lo scorso 4 novembre, il Primo Ministro libanese Saad Hariri ha rassegnato a sorpresa le sue dimissioni, scuotendo profondamente i già fragili equilibri del Paese. Il suo passo indietro porta verso una nuova paralisi l’Esecutivo, formato appena un anno fa, e il Parlamento, che negli ultimi mesi era riuscito a riprendere le sue attività e ad approvare, dopo difficili contrattazi...
LEGGI TUTTO
Lo scontro interno al Kurdistan iracheno dopo il referendum per l’indipendenza
FOCUS REPORT - 20.10.2017 - Lorenzo Marinone
A tre settimane dal referendum consultivo per l’indipendenza del Kurdistan iracheno del 25 settembre, fortemente voluto dal Presidente curdo Masoud Barzani nonostante l’opposizione delle autorità centrali e gli appelli di larga parte della Comunità Internazionale, il dialogo tra il Governo regionale del Kurdistan (KRG) e Baghdad si è bruscamente interrotto per lasc...
LEGGI TUTTO
Il blocco politico sciita iracheno tra sfide interne e tensioni regionali
FOCUS REPORT - 05.10.2017 - Lorenzo Marinone
Lo scorso 27 agosto si è insediato il nuovo Governatore di Bassora, Assad Abdulamir al-Edani, in seguito a uno scandalo legato a fatti di corruzione che aveva investito il suo predecessore. La terza città dell’Iraq per popolazione, centro di capitale importanza per il settore idrocarburico e per gli equilibri nel variegato campo sciita, passa quindi sotto il controllo politico ...
LEGGI TUTTO
L’ascesa di Mohammad bin Salman e le sfide interne dell’Arabia Saudita
BRIEF REVIEW - 25.09.2017 - Pierluigi Barberini
Il 21 giugno il Re dell’Arabia Saudita, Salman bin Abd al-Aziz al-Saud, ha nominato suo figlio, il giovane Mohammad bin Salman, Vice Primo Ministro, ovvero principe ereditario del Regno. Questa carica apparteneva prima a Mohammad bin Nayef, nipote dell’attuale Sovrano. Il nuovo erede al Trono saudita conserva le importanti cariche che già ricopriva, ovvero quella di Ministro del...
LEGGI TUTTO
Il Kurdistan iracheno alla sfida del referendum tra fragilità interne e complessi equilibri regionali
FOCUS REPORT - 22.09.2017 - Lorenzo Marinone
Il progressivo ridimensionamento della minaccia di Daesh, dopo la sconfitta patita a Mosul nel luglio scorso, ha fatto riemergere quelle dispute tra autorità centrali e Governo della Regione del Kurdistan (KRG), relative al grado di autonomia politica ed economica di Erbil, che solo l’avanzata dei miliziani di al-Baghdadi e il rischio concreto di un collasso dello Stato avevano congel...
LEGGI TUTTO
The current scenario in Iraq and in the wider Middle East
20.09.2017 - Ce.S.I. Staff
The current scenario in Iraq and in the wider Middle East 20th September 2017 Sala Consiliare, ANSA Via della Dataria, 94 Rome Opening: 15.00 The roundtable is meant as a moment of analysis and reflection on the main political, social and security issues that characterize today's Iraq. Repercussions on the wider Middle East region and their impact at the global level will also be address...
LEGGI TUTTO
L'attuale scenario iracheno e mediorientale
20.09.2017 - Ce.S.I. Staff
  20 Settembre 2017 Sala Consiliare, ANSA Via della Dataria, 94 Rome Inizio: 15.00 La tavola rotonda si propone come un momento di analisi e di riflessione sulle più importanti questioni politiche, sociali e, in particolare, securitarie che caratterizzano l'Iraq dei giorni nostri, incluse le loro ripercussioni a livello regionale e globale. Oggetto del confronto saranno ...
LEGGI TUTTO
Tavola Rotonda - “La stabilità del Medio Oriente: un approccio multilaterale per sfide comuni”
07.11.2016 - Ce.S.I. Staff
Il Ce.S.I Centro Studi Internazionali in collaborazione con la Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita in Italia  presenta “La stabilità del Medio Oriente: un approccio multilaterale per sfide comuni”   7 Novembre 2016 Inizio: 12.00 La Tavola Rotonda intende essere un momento di dibattito e approfondimento sui diversi aspetti e le molteplici criticità che car...
LEGGI TUTTO
Round Table - "The stability of the Middle East: Multilateral solutions for common challenges"
07.11.2016 - Ce.S.I. Staff
Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali, in collaboration with the Royal Embassy of Saudi Arabia in Italy presents "The stability of the Middle East: Multilateral solutions for common challenges"    7th November 2016 Opening session:12.00 The event intends to be a moment of debate and analysis about the current situation in Middle East and the effects that this instability could have...
LEGGI TUTTO
Tavola Rotonda: Guest Speaker Onorevole Taha Ozhan
07.11.2016 - Ce.S.I. Staff
Il Ce.S.I. Centro Studi Internazionali, questo pomeriggio, avrà l’onore di ospitare il Presidente della Commissione Esteri dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Turchia, l’onorevole Taha Ozhan, membro del partito di governo AKP (Partito della Giustizia e dello Sviluppo). Nei prossimi giorni il Presidente Ozhan ha in agenda incontri con personalità istituzion...
LEGGI TUTTO
Breakfast @ Ce.S.I. - The challenges of the new radicalization: threats and prevention of jihadist extremism
25.10.2016 - Ce.S.I. Staff
The first meeting about radicalization and possible countermeasures. To analyse the issues of threats from jihadist extremism and how Europe it's addressed the issue of de-radicalization.The panel will see the participation of the following speakers:- Hon. Andrea Manciulli-President of the Italian Parliamentary Delegation to NATO- Col. Giovanni Fabi - Commander of the Anti-Terrorism Departmen...
LEGGI TUTTO
Presentazione dell'Atlante Geopolitico del Mediterraneo 2016
04.05.2016 - Ce.S.I. Staff
Il Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali e l'Istituto di Studi Politici “S. Pio V”in collaborazione con la Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” presentano  Atlante Geopolitico del Mediterraneo 2016 Mercoledì 4 maggio 2016Inizio dei lavori: 17:00 Fine dei lavori: 19:00Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” Sala degli Atti ParlamentariPiaz...
LEGGI TUTTO
Presentation of the Geopolitical Atlas of the Mediterranean, 2016 edition
04.05.2016 - Ce.S.I. Staff
 Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali and Istituto di Studi Politici “S. Pio V”in collaboration with Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini”present Geopolitical Atlas of the Mediterranean, 2016 edition Wednesday 4th May 201617:00 - 19:00Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” Sala degli Atti ParlamentariPiazza della Minerva 38, RomaProgra...
LEGGI TUTTO
Tensioni in Medio Oriente. Giallo sulla vicenda del premier libanese Hariri - Radio Vaticana
11.11.2017 - Cecilia Seppia
Lo scacchiere mediorientale sempre più instabile e complesso con la ripresa dei combattimenti in Siria, l’offensiva contro lo Stato islamico in Iraq e la vicenda del premier libanese Saad Hariri, dimessosi dalla guida del governo di Beirut lo scorso sabato, e probabilmente detenuto in Arabia Saudita. Un giallo da cui Riad prende le distanze ma che di fatto sta incendiando tutta l...
LEGGI TUTTO
Libano, dietro le dimissioni del premier Hariri e le accuse all’Iran c’è l’Arabia Saudita. Che vuole Israele contro Teheran - Il Fatto Quotidiano
10.11.2017 - Gianni Rosini
Il messaggio lanciato dal primo ministro di Beirut e il luogo dal quale è stato fatto l’annuncio hanno fatto pensare che dietro vi sia proprio la mano della monarchia di Riyad in chiave anti iraniana. Gabriele Iacovino, direttore del Centro Studi Internazionali: "Tel Aviv non ha alcuna intenzione di aprire un nuovo fronte"   Le dimissioni del Primo Ministro libanese, Saad ...
LEGGI TUTTO
Allarme dell'Egitto: Libia rischia essere culla di miliziani dell'Is - Radio Vaticana
09.11.2017 - Paola Simonetti
La crisi Libia resta un nodo caldissimo per i Paesi del mediterraneo, in particolare per l’Egitto, che per bocca del presidente Al Sisi lancia un allarme legato al terrorismo: "Combattenti di Daesh stanno fuggendo" dalla Siria verso "regioni dove il governo centrale è debole" ha avvertito Al Sisi  sostenendo che una Libia in queste condizioni "sarà la rampa ...
LEGGI TUTTO
Terrorismo: come cambiano le linee di finanziamento dell’Isis - Il Sole 24 Ore
08.11.2017 - Lorenzo Bodrero
Fallujah e Sirte nel 2016. Mosul la scorsa estate. In mezzo, un’altra dozzina di città irachene e siriane. Fino al colpo definitivo, inflitto poche settimane fa con la riconquista dell’ultimo bastione urbano controllato dall’Isis. La liberazione di Raqqa, infatti, non ha soltanto inflitto il colpo militare decisivo contro lo Stato Islamico. Con essa è anche svanita ...
LEGGI TUTTO
La strategia italiana per fermare i migranti in Libia è in crisi? - Internazionale
12.10.2017 - Annalisa Camilli
“Ci sono rifugiati eritrei imprigionati nei centri di detenzione di Sabrata, senza accesso ad acqua, cibo e cure mediche da almeno cinque giorni”, denuncia l’attivista eritrea Meron Estefanos, che è in contatto telefonico con un’ottantina di persone, rimaste bloccate per settimane nei combattimenti tra gruppi armati rivali a Sabrata, nel nordovest della Libia. &ldq...
LEGGI TUTTO
Migranti dall’Africa, i casi di Algeria e Marocco - L'Indro
28.09.2017 - Francesco Cutello
Contenere la migrazione dall’Africa verso l’Europa e portare avanti politiche di anti terrorismo. Non si tratta di un annuncio di Trump o dell’Unione Europea, bensì delle recenti politiche che stanno intraprendendo Marocco e Algeria. L’Algeria, nel luglio di quest’anno, aveva annunciato un piano per regolarizzare i migranti irregolari e conceder loro un p...
LEGGI TUTTO
Il fedelissimo di Gheddafi in Italia per i migranti - Radiotelevisione Svizzera
26.09.2017 - Nicola Agostinelli
Fedelissimo di Muhammar Gheddafi, poi suo acerrimo nemico. Vicino alla Cia, ma sostenuto dalla Russia. Minaccia di bombardare l'Italia, salvo accogliere sorridente pochi giorni dopo il ministro dell'Interno Marco Minniti, nel suo quartier generale di Bengasi. Il generale Khalifa Haftar impersona nella sua ambigua figura tutte le contraddizioni di una Libia ostaggio di milizie ed odi tribali, che a...
LEGGI TUTTO
Kurdistan al voto per il referendum. Ankara va avanti con il muro - Radio Vaticana
25.09.2017 - Francesca Sabatinelli
Il Kurdistan iracheno va alle urne per l’indipendenza da Baghdad e si scatena l’offensiva dei Paesi vicini. La Turchia, che definisce la consultazione  ‘priva di base e di legittimità legale’,  ha rafforzato i controlli alla frontiera terrestre, smentendo però che sia stata chiusa. Ankara ha chiuso l’accesso a veicoli e camion che arrivano...
LEGGI TUTTO