27 DICEMBRE 2013
Prospettive della crisi in Sud Sudan
DI Marco Di Liddo

A poco più di 2 anni di distanza dall’indipendenza dal Sudan, ottenuta nel 2011 dopo un conflitto pluridecennale, il Sud Sudan ha dovuto affrontare la sua prima, profonda, crisi politica. Il tentativo di golpe da parte dell’ex Vice-Presidente Riek Machar ha messo a nudo le fragilità istituzionali e la precarietà degli equilibri etnici di un Paese che sembra aver già smarrito quello spirito unitario che gli aveva permesso di emanciparsi da Khartoum. Gli scontri tra i diversi gruppi tribali, desiderosi di affermare il proprio potere sia a livello locale che a livello nazionale, rischiano di peggiorare la già drammatica situazione umanitaria del Paese, interrompendo sul nascere l’embrionale sviluppo economico e sociale. L’impatto internazionale della crisi potrebbe essere molto significativo e influenzare negativamente la stabilità della regione africana centrale e orientale.

Scarica l'analisi