08 APRILE 2013
La Colombia di Santos nuova protagonista in America Latina
DI Andrea Fumarola

Sebbene al momento della sua elezione – avvenuta il 20 giugno del 2010 – fosse considerato erede dell’ex Presidente Álvaro Uribe, di cui era stato Ministro della Difesa, Juan Manuel Santos ha fatto ben presto comprendere che la sua azione politica, sia a livello interno sia internazionale, si sarebbe smarcata considerevolmente da quella del suo predecessore. L’obiettivo è stato quello di reinserire la Colombia all’interno del contesto internazionale attraverso un approccio di cooperazione con tutti gli attori in gioco. Santos ha compreso che per far questo è necessario il contributo di tutte le forze politiche ed economiche democratiche, da cui è derivata la sua grande attenzione allo sviluppo economico del Paese – soprattutto in ambito internazionale – e alla pacificazione sociale, in primis con le FARC, per combattere in modo efficace la piaga del narcotraffico che da oltre trent’anni affligge il popolo colombiano.

Scarica l'analisi