05 OTTOBRE 2012
BAe – EADS: Progetto di fusione
DI Andrea Falconi

Le prime trattative per una possibile fusione tra le maggiori aziende della Difesa britannica e tedesca risalgono alla fine degli Anni ’90, con il tentativo di fusione tra la British Aerospace (BAe) e la DaimlerChrysler Aerospace AG (DASA). Il progetto è fallito per il timore, da parte dell’azienda britannica, di perdere parte del suo mercato statunitense, all’epoca la maggior fonte di introiti per l’azienda.

Tuttavia, negli anni è stata portata avanti una forte collaborazione tra le aziende BAe ed EADS, soprattutto nel settore dell’aeronautica, tramite l’azienda Airbus, che tra il 2001 ed il 2006 è stata una joint-stock company tra EADS (80%) e BAe System (20%). Proprio la Airbus, infatti, rispondeva all’esigenza delle imprese europee di creare un’unica compagnia per fronteggiare i colossi statunitensi, Boeing, McDonnell Douglas e Lockheed.

Pertanto, il rilancio del progetto di fusione tra le due imprese risponde ora al bisogno, sempre più avvertito, di uniformare il mercato europeo in particolare nell’ambito dell’aviazione civile e militare, e reggere il peso della competizione statunitense sul mercato mondiale.

Scarica l'analisi