TRIPOLI
Libia, ribelli all’assalto di Tripoli: 47 morti Salvini accusa la Francia: “Porto sicuro per i migranti? Chiedetelo a Macron” - Il Fatto Quotidiano
04.09.2018
La capitale nel caos. Truppe ribelli vicine a Khalifa Haftar, capo delle milizie di Tobruk, stringono lo spazio di Fayez Al Sarraj che ha proclamato lo stato d'emergenza. Si combatte nell'area di Abu Salim e secondi fonti della sicurezza i miliziani sono ormai vicini al centro della città. Il vicepremier contro Parigi: "Ha fatto guerre che non andavano fatte e indice elezioni senza sentire ...
LEGGI TUTTO
La strategia italiana per fermare i migranti in Libia è in crisi? - Internazionale
12.10.2017
“Ci sono rifugiati eritrei imprigionati nei centri di detenzione di Sabrata, senza accesso ad acqua, cibo e cure mediche da almeno cinque giorni”, denuncia l’attivista eritrea Meron Estefanos, che è in contatto telefonico con un’ottantina di persone, rimaste bloccate per settimane nei combattimenti tra gruppi armati rivali a Sabrata, nel nordovest della Libia. &ldq...
LEGGI TUTTO
Libyan militia chief admits deal with Tripoli to stem migrant flow - The Times
01.09.2017
A powerful Libyan militia commander and suspected trafficking kingpin has struck a deal with Tripoli to stem the flow of migrants to Europe in exchange for cars, boats and the recognition of his force as a legitimate security body. Ahmed Dabbashi, who commands the Anas Dabbashi brigade, said that he met officials from Libya’s UN-backed government in July to discuss how to shut down people t...
LEGGI TUTTO
L'uomo nuovo in Libia
02.04.2016
L'intervista de La Regione a Stefania Azzolina, Analista Desk Medio Oriente dell'Istituto. ...
LEGGI TUTTO
Libia, Iacovino: “Al Sarraj a Tripoli sembra un ostaggio. Nessuno riconosce l’imposizione dell’Occidente”
31.03.2016
Il capo degli analisti del Centro Studi Internazionali (Cesi) a Ilfattoquotidiano.it spiega che in questa situazione è difficile, per l'Occidente, fare leva su questo governo per legittimare un intervento militare nel paese: "Considerare un attacco ad al Sarraj come un atto di guerra? Non credo proprio. Bisognerebbe che membri dell’Onu si prendessero la briga di legittimare questo g...
LEGGI TUTTO
“In Libia 5000 miliziani dell’Isis pronti a colpire l’Occidente”
30.01.2016
L’allarme nel rapporto presentato all’assemblea Nato da Manciulli: «Lo Stato islamico si è consolidato anche grazie ai foreign fighters» Le stime della nostra intelligence ipotizzano una presenza dell’Isis in Libia che oscilla tra le 3500 e le 5000 unità, in gran parte «foreign fighters» tunisini, algerini, maghrebini.   Il loro c...
LEGGI TUTTO