ECONOMIA
Le proteste popolari in Iran: quali scenari?
03.01.2018 - Francesca Manenti
Le manifestazioni di piazza che stanno scuotendo l’Iran dallo scorso 28 dicembre rappresentano un momento di particolare criticità per il governo del Presidente Hassan Rouhani. Iniziate nella città nord-orientale di Mashhad, capoluogo della provincia di Razavi Khorasan, le proteste si sono poi diffuse a macchia di leopardo in diverse città delle province occidentali, non...
LEGGI TUTTO
Industriali africani: l’Africa che risolleva l’Africa
24.07.2017 - Martina Bossi
Nonostante il rilancio economico e tecnologico che sta caratterizzando l'Africa negli ultimi anni, molte ancora sono le sfide che il continente dovrà affrontare per poter essere davvero competitivo sul mercato. La situazione rimane molto complicata per via dell’aumento continuo del debito estero, originatosi a causa di oltre venti anni di assistenza speciale ai Paesi fortemente indeb...
LEGGI TUTTO
L’economia iraniana dopo l’embargo: prospettive e difficoltà
15.03.2017 - Giuseppe Marino
Si avvicina per l’Iran il momento delle elezioni, previste per il prossimo maggio, in cui la popolazione sarà chiamata a decidere se continuare sulla rotta “moderata”di ricostruzione iniziata dal Presidente Hassan Rohani, o se voltare pagina nuovamente verso l’ala politica più conservatrice. Verranno quindi sottoposti a giudizio non solo la linea politica intr...
LEGGI TUTTO
Il dinamismo dell’Azerbaijan: analisi e prospettive dell’economia azera
26.10.2016 - Giuseppe Marino
Nel corso degli ultimi 25 anni, precisamente da quando il protocollo di Alma Ata del 1991 ratificò la costituzione della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI) ribadendo la fine del colosso sovietico, diversi sono stati i percorsi maturati dalle ex repubbliche che ne facevano parte. Prima del 1991 l’Azerbaijan aveva una propria economia di base, seppur dipendente da Mosca, tr...
LEGGI TUTTO
Sudan e Sud Sudan: questioni etniche ed economiche alla base dell’instabilità regionale
07.12.2011 - Francesco Valdiserri
I combattimenti che hanno recentemente sconvolto il Sudan meridionale ed il Sud Sudan confermano una situazione di grave instabilità regionale, a distanza di soli quattro mesi dalla dichiarazione d’indipendenza da parte di Juba avvenuta il 9 luglio 2011. Il 31 ottobre, a Talodi, città del Sud Kordofan (area del Sudan meridionale al confine con il Sud Sudan), si sono verificati...
LEGGI TUTTO
Russia, Giappone e il pericoloso vicino a sud delle Curili
21.07.2011 - Laura Borzi
Il 16 maggio, il Giappone ha ufficialmente protestato contro la visita nelle isole Curili di Iturup e Kunashir da parte di una delegazione governativa russa guidata dal Ministro degli Interni Ivanov. È la terza volta che la questione è sollevata da Tokyo. Una prima visita del presidente Medvedev si era svolta a novembre 2010 e una seconda lo scorso febbraio suscitando altrettanto cl...
LEGGI TUTTO