CONFLITTO
L'alba di una nuova era nei rapporti tra Etiopia ed Eritrea
30.07.2018 - Marco Di Liddo
In poco più di un mese, dal 5 giugno all’8 luglio, il Primo Ministro Abiy Ahmed ha completamente sovvertito uno dei pilastri, apparentemente inattaccabili, della politica estera etiope, ossia il conflitto con la vicina Eritrea. Infatti, il Capo del governo di Addis Abeba ha prima riconosciuto ed accettato i contenuti degli Accordi di Algeri del 2000 e, successivamente, ha dichiarato c...
LEGGI TUTTO
La Turchia tra paralisi politica e ripresa del conflitto con il PKK
10.09.2015 - Lorenzo Marinone
Verso la fine di agosto, il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha indetto nuove elezioni per il prossimo 1 novembre, dopo che la tornata elettorale del 7 giugno scorso non ha prodotto una maggioranza in grado di governare. Il Partito Giustizia e Sviluppo (Adalet ve Kalkınma Partisi, AKP) ha perso, per la prima volta dal 2002, la maggioranza assoluta dei seggi (pur conservando quella relativa) ...
LEGGI TUTTO
L’Ucraina in bilico
28.04.2014 - Staff Ce.S.I.
Il 27 febbraio scorso, il nuovo Governo ucraino, guidato da Arsenij Yatsenyuk e investito dell’autorità dai manifestanti filo-europeisti di Piazza Indipendenza a Kiev ha preso le redini di un Paese ancora turbato da una delle rivolte più imprevedibili e incalzanti che la Storia recente ricordi. Infatti, appena una settimana prima del giuramento del nuovo esecutivo, l’impo...
LEGGI TUTTO
L’ombra della guerra civile nella CAR
12.12.2013 - Staff Ce.S.I.
Il 5 dicembre 2013 le Nazioni Unite hanno autorizzato un intervento internazionale per favorire la stabilizzazione della Repubblica Centrafricana (CAR), Paese sull’orlo della guerra civile a causa della degenerazione della situazione politica e di sicurezza in seguito alla ribellione di Sèlèka (“coalizione” in lingua sango) e al colpo di Stato che ha portato al pote...
LEGGI TUTTO
Il ritiro francese e le incertezze in Mali
28.06.2013 - Staff Ce.S.I.
Il 31 gennaio, dopo appena 20 giorni dall’inizio dell’Operazione SERVAL, le truppe francesi del GTIA (Groupement Tactique Interarmes), supportate da elementi degli Eserciti Maliano (1.000 unità) e Ciadiano (2.000 unità), hanno conquistato Kidal, capoluogo dell’omonima provincia nel nord-est del Mali ed ultimo bastione della coalizione delle forze jiahdiste composto ...
LEGGI TUTTO
Crisi siriana e prospettive curde: la partita di Barzani
22.11.2012 - Gianmarco Volpe
Per i circa due milioni di curdi che vivono in Siria, il conflitto in atto tra le truppe del regime di Bashar al-Assad e le milizie del Free Syrian Army (FSA) rappresenta, al contempo, una minaccia e un’opportunità. Da un lato, al pari delle altre popolazioni del Paese, la comunità curda ha vissuto i drammatici effetti della guerra civile, ormai in corso da oltre un anno e mezz...
LEGGI TUTTO
La crisi siriana: recenti sviluppi
18.09.2012 - Gabriele Iacovino
La guerra civile siriana ha subito negli ultimi tre mesi una drammatica accelerazione. Il numero e l’intensità degli scontri tra l’Esercito di Assad e le milizie del Free Syrian Army (FSA) sono cresciuti esponenzialmente ed hanno coinvolto aree sempre più estese di territorio siriano. Ha visto un sensibile aumento anche il numero degli attacchi suicidi perp...
LEGGI TUTTO